Sunday, 17 October 2010

Nessun difetto

Momo è un figura minore della mitologia greca.

Figlio della Notte e di Hypnos, era indolente e fastidioso: sempre pronto a criticare e ridicolizzare l'operato altrui, non creava poi mai nulla di suo, ed era quindi inviso a tutti gli dei.

Scommetto che molti di noi conoscono un 'Momo' in carne ed ossa, e che dopotutto si sia tutti dalla parte del grande Zeus, che un giorno decise di scacciare lo sciocco Momo dall'Olimpo.

Ci sono varie leggende a proposito di questo insulso dio minore.

La più celebre è forse quella raccontata da Esopo.

Un giorno Athena occhio azzurro, la dea della sapienza, Poseidone Enosìctono, signore dell'abisso ed Efesto, dio del fuoco e dei metalli, vollero contendersi il titolo di più ingegnoso tra gli immortali.

Fu scelto come giudice Momo, e gran sollievo dovettero provarne tutti gli altri, visto che lusingare una divinità non vale quanto scontentarne due.

L'insolente Momo riuscì nell'impossibile impresa di avvilire tutti e tre i contendenti.

Pallade Athena aveva inventato la casa: ma senza ruote, osservò il petulante, non era che una prigione per i suoi abitanti.
Il grande Poseidone presentò il Toro: ma con le corna sopra la testa e non davanti agli occhi era imperfetto, secondo quello sterile pignolo, poichè non avrebbe potuto mirare bene il bersaglio.
Il terribile Efesto portò l'uomo: ma quanto è incompleto un essere che non può vedere le intenzioni di un proprio simile, disse pedantemente lo screanzato, visto che il cuore è celato nel petto, la mente nel cranio?

Questo era Momo.

Il più puntiglioso degli Dei, e anche il più inutile.

Si dice che però infine Momo morì.

Una leggenda narra che morì di rabbia, per non essere riuscito a trovare alcun difetto in Afrodite, la dea delle bellezza e dell'amore.

8 comments:

  1. urca! quanti Momo conosco ed è la categoria di uomini che più mi irrita e che cerco di evitare.
    Mi chiedo chi ti abbia ispirato il post in questione.. ehehhehe

    ReplyDelete
  2. La superficialita' esisteva gia' nell'antica mitologia...
    Io pero' penso che prima o poi a tutti capiti di esserlo, nella vita.
    Succede di criticare o di ridicolizzare qualcuno, per il suo operato, o per altri aspetti.
    Spesso non riusciamo a metterci nei panni dell'altro, a identificarci e capire la sofferenza che cio' potrebbe provocargli, e commentiamo le sue debolezze per sentirci un po' piu' forti.
    Purtroppo o per fortuna la vita e' una ruota che gira, tutti siamo esposti al giudizio altrui come gli altri lo sono al nostro, e solo così capiamo quanto sia doloroso e non necessario.
    Quanto a chi critica e ridicolizza senza costruire nulla...sì, ne conosco piu' di uno, e ho imparato a non calcolarli, sia cio' che dicono, sia loro in quanto persone.
    Buona domenica!

    ReplyDelete
  3. Si chiamava così perché tutte le volte che parlava chi era intorno diceva Mo mo te ne devi andare

    ReplyDelete
  4. Hahahahahahhahaha Baol! :)
    Chi non ha alcun difetto è assai noioso... So peggio di Momo eh?! ;)

    ReplyDelete
  5. Cara Marisa, che domande :D
    E' Afrodite che mi ha ispirato :-)

    ReplyDelete
  6. Dony, consoliamoci pensando che anche questi pignole ombre sfioriscono di fronte alla perfezione di Afrodite :-)

    ReplyDelete
  7. E infine il grande Zeus gli tirò il calcio che meritava da tempo caro Collega :D

    ReplyDelete
  8. Vediamola questa perfezione e poi vi saprò dire se m'avrà annoiato :D

    ReplyDelete