Wednesday, 20 October 2010

Dal Vecchio Blog di Gio, 19 Marzo 2007

Ecco come Gio visse quell'incontro (se non si legge anche quel racconto è difficile capire questo).

Per Diana, oggi ho visto la ragazza più bella del mondo in bus, appena arrivato ad Heidelberg.

Bellissima, latina, capelli lunghi e bruni, slanciata e stupendi occhi verdi.
Un po' strana per altro: mi guardava in modo inquietante, oltre quanto la mia straordinaria apollinea bellezza giustificasse.
Al che io, che non mi tiro mai indietro nella sfida degli sguardi, ho pure iniziato a fissarla attentamente.
Per non farmi deconcentrare dalla sua bellezza straordinaria, credetemi, non è di quella bellezza che si possa osservare a lungo senza restarne storditi, immaginatevi insomma una specie di Penelope Cruz in tre dimensioni, ho iniziato a fissare attentamente un punto immaginario davanti a me.
Stavo chiaramente vincendo, quando lei, cercando un ultimo istante di farmi gli occhioni da ipnotizzatrice, ha infine abbandonato la sfida.
E io sono rimasto li, incantato, scosso, e vincente.
E mi sono dimenticato come un idiota di scendere alla mia fermata.

E ovviamente sono arrivato in ritardo: comunque tutto bene.

Domani ho la mia presentazione: controllo un po' di cose e vado a dormire.
E chissà magari sognerò lo bellissima dea del bus - in tal caso già so che sarà un incubo, e che come minimo mi vorrà polverizzare a suon di ceffoni.

8 comments:

  1. Non te ne sfugge una! Vecchio volpone! ;)

    ReplyDelete
  2. E' bello constatare come tu sia cambiato, negli anni...


    ciao Gio

    ReplyDelete
  3. Maraptica, lei E' la donna, le altre sono solo semplici pallide imitatrici (che pure assai volentieri accompagnerei a fare quattro passi in città, sia chiaro ;-) ).
    Infatti lei non esiste, le altre si.

    ReplyDelete
  4. Impossibile rimanere insensibili davanti a Vera :D

    ReplyDelete
  5. sliding doors....
    prova a cambiare qualcosa la prossima volta!
    :o))

    Un abbraccio
    Joh

    ReplyDelete
  6. Un incontro che migliore non potevo immaginarmelo ;-)

    ReplyDelete
  7. Ma spiegami un po' una cosa Gio; ma com'è che dalle mie parti, sul bus incontri solo la Sora Lella o Titina De Filippo? E da te tutte Cruz?
    Sarà l'aria... e non è che a noi femminucce vada poi meglio... tutti Danny De Vito...

    ReplyDelete
  8. Mia cara Dautretemp, questo è un racconto :-)
    E' la storia di 'Vera': non esiste in carne ed ossa, ma in lei puoi trovare le tracce di varie persone che ho conosciuto qui, e nella vita 'reale' :-)
    In questo caso mi sono messo nel racconto (cosa patetica, lo so :D), ma è una storia.

    Ma per il resto è vero: vedo bellissime donne ovunque ... ;-)

    ReplyDelete