Friday, 1 October 2010

C'è da chiederselo?

Sono tornato da qualche giorno alla combinazione nefasta di farmaci di cui ho forse parlato già: devo questa scelta al medico, alla sua apprensione, alle sue pressanti valutazioni circa i benefici sul lungo periodo.

Gli ho promesso che proverò, almeno con un dosaggio minimo: e vedremo allora quanto, gli effetti collaterali, incideranno sull'umore, sulla sonnolenza, sulle micro-vertigini.

Ora comunque posso dirlo con certezza assoluta: l'effetto è netto, evidentissimo.

Prendo il farmaco prima di andare a dormire, e questo influenza in modo inequivocabile il mio sonno, perfino la quantità e la qualità dei miei sogni.
Al mattino resta un po' di sonnolenza, oggi sicuramente accentuata dal fatto che ho dormito pochissimo.
In moto comunque non ho problemi particolari, e l'attenzione solo risente lievemente del principio attivo, che dopotutto non a caso assumo di notte, lontano dalle ore produttive per giorno, quando il lavoro comanda.

Umore, sentimenti: un'altalena immersa di un campo gravitazionale imprevedibile, come fossi immerso in una tempesta di asteroidi.

Oggi sono tornato a casa prestissimo e ho dormito per 2 ore circa, crollato subito appena toccato il letto, svegliato di tanto in tanto nel sonno dal mal di schiena, e infine, finalmente, dalla telefonata di un amico.

Giornata produttiva oggi comunque: ho quasi finito un lavoro, che però ha ricevuto un semaforo rosso all'ultimo momento.

Peccato, mi sarei voluto lasciare alle spalle un lavoro ormai sminuzzato, studiato alla nausea in troppi dettagli inutili lontani dal messaggio che vogliamo veicolare, e iniziare quello che sarà il mio ultimo progetto qui al Dipartimento.

Finito comunque il carico di lavoro quotidiano, ho dato controllato la posta elettronica: nessuna e-mail importante, di quelle che magari qualcuno ti manda dimenticandosi che oggi è venerdi ...

E una e-mail dalla società che ha organizzato l'ultima conferenza cui sono andato.

Oggetto: Reminder to participate in survey

Survey io? Mai e poi mai ... ma poi mi rendo conto che non si tratta di partecipare a qualche strano workshop al polo, ma di un semplice sondaggio d'opinione circa il recente congresso.

E via, per una volta voglio dare il mio contributo: ed eccomi dunque rispondere a domande del tipo

'Come giudichi la qualità media delle presentazioni?', 'Hai trovato adeguato il livello di organizzazione?' e così via.

Una noia mortale, che solo per senso civico porta avanti fino all'ultima domanda.

Che ovviamente è la migliore.

'Dove vorresti fosse organizzata la prossima edizione della conferenza? Indica città e paese'.

C'è da chiederselo?

Prague, Czech Republic.

Indimenticabile mica vuol dire che non si vuole rivivere, vero?

8 comments:

  1. Serve un facchino per le tue valigie in modo da non aggravare il mal di schiena???
    Mi libero da ogni impegno!

    ReplyDelete
  2. Ottima Dony :D

    Ma tieniti libera per un lungo periodo, perchè si sa quando si parte, non quando si torna :-)

    Un caro abbraccio

    Gio

    ReplyDelete
  3. Ottima idea!!! Non sono mai stata ma deve essere una bellissima citta'! :)
    PS Mi dispiace per il mal di schiena.

    ReplyDelete
  4. E perché non Parigi?!
    La magnifica!
    Le porteresti i miei saluti e le diresti da parte mia che un giorno ritornerò...
    Nel frattempo, dovunque tu vada, metti in valigia un analgesico naturale... un forte abbraccio!

    ReplyDelete
  5. Vittoria, rimedia quanto prima, te lo consiglio di cuore!
    E, miracolo, a Praga non ho neppure avuto mal di schiena, nonostante una lunga passeggiata!

    ReplyDelete
  6. Parigi, Berlino, e poi magari le capitali scandinave ... senza dimenticare Budapest, Mosca ...
    La lista dei desideri è lunghissima :-)

    Per ora mi limiterò a salutare da parte tua un amico che vive a Parigi e che sarà qui settimana prossima, ok? :-)

    Un abbraccio a te cara Dautretemp!

    ReplyDelete
  7. Caro Gio,
    mi viene da suggerirti di consultare un altro medico...
    E' curioso che nella tua wish list delle città da visitare ci siano tutte città del Nord Europa. Che ne è del Sud e del caldo? Le hai già visitate tutte o non ti interessano proprio?

    ReplyDelete
  8. Lo farò di sicuro Enrica.
    In effetti è da parecchio tempo che rimando questa visita ...

    Sono stato a Madrid e Granada (non è proprio sud, ma sono decisamente calde ;-) ) e nel centro-sud Italia ho visitato numerose città magnifiche (troppe da elencare!).

    Sono però, lo ammetto, ora come ora più attratto dal nord, dai muri a graticcio dei centri storici, dai tetti spioventi, dal Gotico oscuro ...

    A presto!

    ReplyDelete