Friday, 17 September 2010

Quello che avrei dovuto dirti

E' durato tutto 10 secondi circa.

Ero uscito dall'ufficio per gettar via alcune bottigliette di plastica.
Per svuotarne completamente alcune, mi sono fermato al lavandino della cucina installata da poche settimane in atrio.

Di solito la gente passa di li per prepararsi il caffè, o per cucinarsi qualcosa al microonde.

Io ero li a svuotare le mie bottigliette, e tu sei sbucata da dietro l'angolo.
Ti serviva il lavandino, e io, affrettandomi, ti ho lasciato subito il mio posto.

Hai solo abbozzato una risata, come a dire che non era necessaria quella fretta.

E io ho pensato che sei sempre bellissima.

Lo sei quando sei triste, come eri qualche mese fa, e lo sei quando trovi una sciocchezza di cui ridere.
Lo sei con una tuta, dei pantalonacci su una camicia di Jeans, e lo sei elegante, ricercata.

Sempre.

E mi sono reso conto che non riesco a guardarti negli occhi.

4 comments:

  1. la semplicità di un sorriso può lasciarti senza parole... e la timidezza si fa strada con delicatezza.
    :o)
    Joh

    ReplyDelete
  2. Bellissima.
    Dimenticarsene ora :D

    ReplyDelete
  3. E se non riesci a parlarle, secondo la tua teoria, sono cacchi amari amico mio!!! ;)

    ReplyDelete
  4. Buone notizie mie cara!
    Ho capito perchè non riesco a parlarle: mi intenerisce, fortunatamente tutto qui.
    Evviva :D

    ReplyDelete