Thursday, 27 May 2010

Gio e Franziska, prima parte

[Romanzato, ma ispirato fortemente a qualcosa di accadutomi]
Un caffè, un incontro organizzato quasi per caso, per fuggire alla noia, per trovare un motivo che ormai si dispera di trovare: Gio e Franziska attorno un tavolino stanno già chiacchierando da un po' di tempo. Un avventore di passaggio noterebbe il gesticolare bizzarro e l'inglese un po' goffo di Gio, il suo accento marcato dicono chiaramente 'italiano', e di contro la compostezza e l'inglese perfetto di Franziska, che dicono chiaramente 'tedesca'.

Franziska: Io sono una chimica, ho preso il mio dottorato in Olanda l'anno scorso e ora lavoro per una compagnia privata. Mi occupo di ceramiche. Tu che fai di bello?
Gio: Io sono un fisico ... ma via, confessiamolo: 'fisico' è molto noioso, no? Preferisco definirmi un 'apprendista stregone'. Allo stesso modo, penso sia piu' appropriato chiamarti un'esperta alchimista. Si intona meglio con il colore dei tuoi capelli e lo stile del tuo abbigliamento.
F: [ride, e intanto si domanda: ma questo è un idiota o cerca di essere simpatico? Via, diamogli un'altra chance] Finalmente è arrivata la primavera, non ne potevo piu' di questo inverno ... sembrava non finire mai! Sai, sono una persona molto curiosa, e con il freddo tutte le attività che vorrei fare, gite sul lago, passeggiate nella foresta, un po' di jogging, ne risentono. Non è vero?
G: Verissimo.

Parlare del tempo è, da Adamo ed Eva in poi, l'espediente piu' scontato per studiare i meccanismi di comunicazione non verbale di chi abbiamo incontro. Mentre si discute di anti-cicloni e perturbazioni siberiane, si cerca un sorriso, un inclinarsi del capo, una flessione della voce, un contatto diretto degli occhi ...

G: Allora, tu che cerchi di bello? Mi hai detto che ami scoprire cose nuove: qual è l'ultima che hai scoperto? E l'ultimo sogno che hai fatto? Cosa fa di te, TE, quell'essere unico che ho di fronte, e che non potrei confondere per un'altra delle centomila ragazze che vivono in questa città?

F: Ehy ... ma che strane domande! Tu sei davvero un filosofo un po' pazzo, lo sai? Beh: io scopro nuove cose ogni giorno, alcune piccole, altre piu' importanti. L'ultima cosa che ho scoperto è sul meccanismo di difesa delle api giapponesi agli attacchi dei calabroni ai loro alveari ...
G: Si, l'attacco termico!
F: [Si attiene, volutamente e prudentemente, al senso piu' scontato di sogno] Esatto! Il mio ultimo sogno ... non me ne ricordo mai, e sono sempre cosi assurdi che quando cerco di raccontarli mi sembra di essere pazza! Ma adesso è il tuo turno: cos'è che fa di TE quello che sei? Adesso sono curiosa di saperlo!

Gio porta alle labbra la tazzina che tiene in mano, sorseggia un po' della sua cioccolata guardando intensamente Franziska. La sua tazzina è li sul tavolo - lei ha già finito il suo caffè e si è accomodata, in panciolle, sulla sua poltronica. I pochi attimi di silenzio di Gio forse la mettono un po' a disagio: s'avvicina a Gio, si solleva dallo schienale, poggia i gomiti sul tavolo. La sua cioccolata ... Gio la tiene un po' in bocca, ne assapora il gusto, ne lascia salire dalle narici i vapori leggeri ...
E' esattamente quello che volevi Gio, non è vero? Non era esattamente questo l'obiettivo delle tue domande?

13 comments:

  1. Diciamo pure che sei un bel cacaca**i! ;)

    ReplyDelete
  2. La seconda parte seguirà entro breve ;-)

    ReplyDelete
  3. e tu cosa cerchi di bello? qual'è l'ultima cosa che hai scoperto?

    ReplyDelete
  4. Adesso scrivo la seconda parte ;-)

    ReplyDelete
  5. Grande Gio, sei pure un fisico (massimo rispetto per la categoria) ma il titolo alla Feynman di due post fa mi aveva fatto capire qualcosa :)

    ReplyDelete
  6. ...e poi? :)
    mi incuriosisce..

    ReplyDelete
  7. Sarà uno shock :D
    Come lo è stato per lei ;-)

    A domani la seconda puntata!

    Ciao e benvenuta!

    Gio

    ReplyDelete
  8. AnonymousMay 27, 2010

    io attendo la seconda puntata poi commento!
    come vedi sono ancora sveglia...
    bacione!
    viola

    ReplyDelete
  9. Gio... vogliamo un libro!! Sbrigati!! :o))
    Joh

    ReplyDelete
  10. Cara Viola, spero non sia un'orribile insonnia a tenerti sveglia!

    A presto!

    ReplyDelete
  11. In verità un 'libro' l'ho già scritto, ma solo per mettere al sicuro i diritti d'autore ;-) (nel senso che l'ho subito ritirato dalle vendite dopo averne ordinate 5 copie, una regalata a mia sorella le altre in attesa).

    ReplyDelete
  12. PS: ho fatto tutto da me, con lulu

    ReplyDelete