Sunday, 23 May 2010

Che strano il tutto



Vi ho già parlato delle mie avventure, immaginarie, con i servizi di dating online.

Non mi vergogno a dirlo: data la mia esperienza maturata proprio qui, dove ho trovato, presentandomi e conoscendo attraverso le parole, sorpassando così i pregiudizi, i sospetti e il semplice filtro che l'aspetto esteriore impone, a me e agli altri, persone come minimo interessanti, ho pensato che non sarebbe affatto male, via, sarebbe bello, trovare nello stesso modo una ragazza con la quale scambiare quattro chiacchiere davanti a una tazza di caffè, o passeggiando assieme lungo il fiume.

C'è anche un altro motivo, che per ora non voglio affrontare, che mi spinge in questa direzione.
Lo ammetto: mi sto imponendo questa scelta.

Faccio le cose al solito, ovvero per bene: mi sono informato su wikipedia, ho trovato una lunga lista di online dating websites, mi sono iscritto a un paio (quelli gratuiti) e buona notte ai suonatori.

Curiosando qua e la, dopo aver dato un'occhio sempre su wiki, provo anche ad iscrivermi a eHarmony, che, almeno parzialmente, offre servizi gratuiti (sono la persona meno spilorcia del globo, ma l'idea di buttar via fior di euro per qualcosa cui non credo non mi pare il caso!).

A quanto pare eHarmony funziona come sistema di matching: si forniscono i propri dettagli, si risponde a una sfilza interminabile di domande, test, si riempie di informazioni il proprio profilo e quindi, per finire, il sistema fornisce una lista di potenziali partner compatibili.

Ecco il mio risultato (tradotto per voi anche in italiano, anche se un po' alla buona).

We're very sorry, but our matching system cannot predict good matches for you.

Siamo molto spiacenti, ma il nostro sistema di abbinamento non puo' fornire un adeguato accoppiamento per te.

eHarmony's patented matching system was developed after extensive research into marital satisfaction. We use each person's responses to our Relationship Questionnaire to predict the pairings of individuals that are highly likely to result in satisfying long-term relationships, based on what we learned through our research.

Il sistema di abbinamento brevettato di eHarmony è stato sviluppato con tutti i crismi. Usiamo le risposte di ogni utente per individuare coppie di individui che sono potenzialmente molto compatibili per un soddisfacente rapporto di coppia.

Unfortunately, based on responses to our questionnaire, we occasionally find situations where our matching system cannot identify high quality compatible matches, and this has happened in your case. Please understand that it is a result of our matching process and in no way reflects on you as a person or your ability to be in a happy relationship.

Sfortunatamente, date le risposte ai nostri questionari, alle volte troviamo situazioni per le quali il nostro sistema di abbinamento non riesce a identificare accoppiamenti di alta qualità, e questo è proprio avvenuto nel tuo caso. Tieni presente che questo risultato non giudica per nulla la tua personalità, nè nega per te la possibilità di vivere una relazione felice.

We apologize and regret our inability to find good matches for you. The time you spent completing our questionnaire, however, has enabled us to provide you with a free Personality Profile.. This Personality Profile lets you learn more about yourself and should provide you with valuable insights.

Ci scusiamo e rammarichiamo per la nostra incapacità di trovare un abbinamento adeguato per te. Il tempo che hai dedicato al test comunque ci ha permesso di fornire per te un profilo della tua personalità, che ti permetterà di imparare qualcosa di nuovo su te stesso e darti preziosi punti di vista.

We wish you all the best in your search for that special someone.

Ti auguriamo ogni bene nella tua ricerca di quella persona speciale.

Mando una e-mail a un mio caro amico, il cui tenore è 'Ehy Simo, guarda che mi è uscito!'.

La sua risposta è tenera oltre l'immaginabile: cerca in qualche modo di consolarmi, mi elenca un rumor su internet che vuole quel sito inaffidabile.

Amo i miei amici anche quando cercano di edulcorare una realtà, la mia, che credono amara, quando è al limite inesistente.

Ma non c'è amarezza in me: e il suo tentativo non rende che dolciastro qualcosa che già di suo era dolce.

Stasera sono sceso in città, ho mangiato - 'Ich nemhe einen hamburger ohne salad mit einen cola' al mio solito pub nella via vecchia che corre parallela al fiume, e dove una banda di tamburi ritmava atmosfere di un'altra terra forse, ma sicuramente di questo clima primaverile e vivo che finalmente si respira anche qui.

Sono arrivato affamato al locale, stanco ma sereno.

Entrando ho visto una donna, a uno dei tavoli all'aperto, con una scoliosi devastante, perfino peggiore della mia (il che mi è capitato davvero poche volte in vita mia).

Ho pensato al suo dolore - terrificante, sicuramente molto peggiore del mio, alla sua vita, nella quale, più che nella mia, il male si è insediato, (eri solo bambina e già entravi e uscivi dagli ospedali, e già tutti ti riempivano di compassione o disprezzo) per rimanervi per sempre.

E non so perchè, ma mi sono tornati alla mente il bacio appassionato di una coppia su un'utilitaria, scambiato al semaforo, in attesa di quel verde arrivato troppo presto, e il viso pieno di stupore di una bambina africana, che giocava sul tram con i mille bracciali colorati di sua madre, e i tanti corpi mezzi nudi stesi al sole oggi pomeriggio, sull'erba di quello stesso parco che, solo poche settimane fa, era ancora inverno, era deserto, cornice delle acque grigie del lago, delle nubi dense di pioggia.

Come i vertici di uno sterminata figura geometrica: lontani tra loro ma legati, l'uno all'altro, chiusi a delimitare una superficie, l'umanità, della quale non scorgiamo mai l'insieme, ma solo le piccole parti che incontriamo, e che la nostra immaginazione riesce a leggere.

La nostra mente ne conterrà la figura, prima che vengano la noia, e l'oblio, e la stanchezza, e la stupidità che ci chiuderanno nel nostro angolo, in quel punto dove il caso, uno dei suoi centomila nomi, ci avrà scaraventato.

Come quando un incubo ci sveglia nel cuor della notte, e il buio della stanza ci sorprende eccitati, con il cuore che batte all'impazzata, e confusi non riusciamo a rispondere neppure alle domande piu' semplici (dove sono? cosa succede?) sono assalito da un dubbio: quanta umanità puo' contenere un singolo essere?

Quanta conoscenza, quante emozioni, quanto amore senza dover dimenticare, disconoscere, rinnegare altro di sè?

12 comments:

  1. AnonymousMay 23, 2010

    ciao dolcissimo. io ha gettato la spugna da tanti anni e vivo, quando sto bene, felicemente la mia solitudine...davvero sai lo giuro, sono cos'ì tanto strana!?
    sai cominciano a venirmi i complessi ;-)
    La vera verità è che sono troppo altruista nessun uomo mi sopporterebbe odio la routine, a meno che in coppia ci si veda tre o massimo quattro volte al mese e stavolta non scherzo: sono serissima!
    bacione!
    Viola

    ReplyDelete
  2. Mi piace "appoggiarmi" alle tue parole. Nonostante la tua fragilità, io avverto i tuoi sentimenti forti come una montagna. Non so se gli incontri su internet possano essere validi anzi il calcolo delle probabilità mi dice che su 50 incontri non ne va a buon fine nessuno (nel senso che l'anima gemella arriva per caso e non attraverso un indagine computerizzata...)

    E' vero, noi siamo "umanità", siamo l'insieme di tutti i sentimenti e di tutta la carne del mondo. Siamo il sorriso dei bambini, siamo due innamorati che si baciano ... siamo il "sentire" degli altri.
    Sensibilità... solo e semplicemente, sensibilità....

    Un abbraccio
    Joh

    ReplyDelete
  3. quoto joh: "apporggiarsi alle parole di un altro" può dare molto sollievo.
    (scusa, kleiner, ma ho anche riso: l'idea che una innoqua ragazza, magari avida di sistemarsi finisca nelle tue grinfie....pensiamoci: i cavallieri della solitudine cavalcano in rete. per spaventare i poveri di spirito, umanità e .... amore!
    sublime!

    love, mod

    ReplyDelete
  4. Diffido di queste tecniche interattive, non credo nei "profili compatibili", solo la realtà ci dichiara compatibili tra di noi: le parole, gli sguardi, i sensi tutti. Ora però, devi dirci cos'hai risposto per mettere in crisi il portale eHarmony!? ;)

    ReplyDelete
  5. Cara Viola, anche per me dev'essere sempre eccezionale - non voglio la routine che uccide e rende scontato perfino l'amore!

    A presto :)

    ReplyDelete
  6. Cara Joh, io sono sicuro di aver incontrato qui persone con le quali - MOLTO al di la della vita di coppia - amerei incontrarmi ogni tanto 'dal vivo'.
    Tutto nasce da questo convincimento ... e dal motivo che ancora non voglio dire di cui accenno nel testo ;-)
    Ciao!

    ReplyDelete
  7. Mia cara Mod, qui si deve soprattutto ridere :D
    A presto vostra sublime maestà :-)

    ReplyDelete
  8. Cara Maraptica ... cosa ho risposto?
    Le cose piu' scontate e ovvie ... moderazione, morigerazione hanno 'Gio' come secondo nome!

    Nella 'realtà' temo di irretire, o annoiare, o entrambe le cose, nel volgere di pochi nanosecondi!

    A presto :-)

    Gio

    ReplyDelete
  9. Gio, secondo me il risultato del tuo test e' una piccola vittoria contro le macchine (a prescindere dal fatto che mi ha fatto molto ridere il testo della risposta che ti hanno dato! :P): ribadisce il fatto che nulla possono le scente computerizzate di fronte ad un soggetto "vivo", che in quanto tale non si puo' schematizzare in delle piccole sequenze di uno-zero... :)
    Insomma, qualndo il gioco si fa "serio" le macchine non sanno dove andare a parare con i circuiti... :P
    Ciao!

    ReplyDelete
  10. Kudos a te, Colei che :D

    ReplyDelete
  11. Bellissimo post, mi è piaciuto leggerti e ho sorriso per il risultato del tuo test.
    Ho sorriso perchè sono sicura che la tua è stata una sfida, mi immagino cosa hai potuto scrivere per mettere in imbarazzo il sistema eHarmony. Marisa

    ReplyDelete
  12. Cara Marisa, anche io ho sorriso :-)
    A prestissimo spero!

    ReplyDelete