Friday, 26 March 2010

Le lettere mai scritte: Elisa

Non mi hai voluto come amante - ok, questo lo capisco.

Ma non trovo una ragione per il resto.

Tu hai ignorato la mia amicizia - l'hai elusa.

Mi hai escluso completamente dalla tua vita - se ci siamo incontrati, è stato solo per caso: in mensa, in biblioteca, come fossimo, semplicemente, due altri colleghi qualunque di dipartimenti diversi.

Solo per caso ho saputo del tuo trasloco, solo per sentito dire del tuo malessere.
E dire che passavo a lasciarti i miei regali nella cassetta della posta, e dire che ci scrivevamo.

O forse ero solo io a scrivere?

Non sapro' mai cosa ti ha spinto a non condividere con me nulla: la passione per la poesia di una tua amica, l'hai tenuta lontana da me; le tue confidenze, le tue preoccupazioni, che pure hai condiviso con altri, per me sono solo state differite.

Il pugnale che mi ha ucciso è tuo - tu hai armato la mano che l'ha conficcato nel mio cuore.

E adesso per me tu non esisti piu'.

Io ho perso, e tu?

13 comments:

  1. Condividere... tu non sai quanto questa parola abbia un significato così profondo per me oggi. Del non aver compreso fino in fondo il senso di questa parola ne sto pagando le conseguenze.Ma ci ho provato... con tutta l'anima...non ci sono riuscita, provocando solo dolore. Mai come oggi sento il peso di quel coltello, mai come oggi vorrei non aver mai ferito, mai come oggi ...mai.

    ReplyDelete
  2. condividere =dividere con. chi non condivide è poverissimo. credo che abbia perso soprattutto lui...

    ReplyDelete
  3. Il commento di 'Prendimi l'anima' misteriosamente non è stato pubblicato.
    Penso sia a ragione di problemi tecnici di blogger.

    ReplyDelete
  4. Ora è apparso.

    Joh, forse è tutta colpa mia.
    Spero solo di non aver fatto soffrire una persona cui volevo molto bene quanto io ho sofferto.

    ReplyDelete
  5. Prendimi l'anima,

    'lui' sono io in questa lettera, la destinataria è Elisa.

    A presto.

    ReplyDelete
  6. non c'entra niente, ma: come si fa a fare il "continua a leggere >"?

    ReplyDelete
  7. Cara Artemide, penso di aver seguito queste istruzioni:

    http://www.bloggerplugins.org/2009/08/related-posts-thumbnails-blogger-widget.html

    Ciao!

    ReplyDelete
  8. Qando si sottrae qualcuno dalla propria vita, la perdiata e' sempre biunivoca... mai si perde da soli in queste occasioni!

    Clelia

    ReplyDelete
  9. terribile, terribile dedicare la propria anima a qualcuno che non la ricambia con lo stesso 'amore'.
    Molte storie di amore e amicizia, finiscono così. Chi dà ha perso di meno sicuramente, ma ciò non toglie che faccia o abbia fatto molto male.
    Essere attraversati è devastante. Non essere invece capace di condividere è morte certa.

    ReplyDelete
  10. Forse è stata, al solito, colpa mia.
    Certo io ho perso.

    ReplyDelete
  11. ma....
    scusate.

    quindi dite che si ama per avere qualcosa di ritorno?
    si ama per essere riamati?

    quindi l'amore è una specie di baratto?! scambio sentimento con sentimento preferibilmente compiacente (si dice cosi?) alle mie esigenze.

    love, mod

    ReplyDelete
  12. Io qui non parlo d'amore.
    Io ho sempre amato - Silvia per anni - senza avere nulla in cambio.
    Assurdo, ma naturale in fondo, no?

    Parlo di amicizia - e di un silenzio che non può che inaridire, mettere a disagio, allontanare, per forza di cose.

    Tremendo Mod, lo so.
    E infatti avevo molto dubbi se scrivere questo messaggio o no, ma alla fine il messaggio, che piaccia o no, è autentico.
    E io ho perso.

    Penso che anche il 'terribile' di Nicole si riferisca al dolore, non alla situazione.

    A presto

    ReplyDelete