Tuesday, 9 February 2010

Semplice bellezza

Non mi sono ancora ripreso del tutto.
Oggi sono andato a ritirare la 'Divina Indifferenza', la mia moto: l'hanno messa a nuovo.
Un consiglio: i pneumatici nuovi non hanno alcuna aderenza, evitate di accellerare con disinvoltura, specie sull'asfalto gelato dall'inverno.
700 euro di tagliando ... che dire, se li merita.
Sono ancora un po' infermo: nulla di che, oggi sono andato anche al lavoro.

Non hanno giovato, secondo me, i tragitti in bus: in mezzo a colpi di tosse, starnuti ... in quel vivaio di batteri, virus e schifezze varie patisco più che non prendendo la moto, anche quando c'è un freddo polare. Certo, alle volte capita di incrociare uno sguardo particolare, di sentire un'accento irresistibile: oggi, ad esempio, sono stato incuriosito da due ragazze russe (conosco un po' il russo, e credo di aver capito un paio di parole). Almeno una penso fosse una bella ragazza: lunghi capelli castani a treccia le scendevano lungo la schiena: me li sono immaginati sciolti, e non su quella giacca a vento, ma sulla pelle nuda della sua schiena.
La sua bellissima schiena qualunque.

4 comments:

  1. ach gio, fin quando riusciamo anche solo ad immaginare la bellezza non siamo perduti.

    love, mod

    ReplyDelete
  2. Hai proprio ragione :-)

    ReplyDelete
  3. ma una city car, no? ehehhehehe

    ReplyDelete
  4. il commento di Marisa, mi ha fatto sorridere....sorry:)

    ReplyDelete