Sunday, 3 January 2010

Musica della domenica, ottavo episodio

Oggi vi propongo un passo non molto noto al grande pubblico, e che pur tuttavia trovo delizioso, ovvero l'aria 'Ombra Leggera', dall'Opera "Dinorah" di Meyerbeer. Autore e Opera che personalmente non conosco minimamente a dir la verità. Sono venuto a conoscenza di questo pezzo ascoltando un volumetto dedicato alle 'Coloratura Arias' tratto da una collezione monografica su Maria Callas.

Sinopsi:
Una fanciulla canta alla propria ombra, al chiaro di Luna - e se non è questa una recondita armonia di bellezze diverse allora possiamo smettere di cercarne un'altra.

Ecco il testo:

Ombra leggiera
Non te n' andar
Non t'involar.
No, no, no,
Fata o chimera sei lusinghiera,
Ombra si cara
Corriamo a gara, resta con me
Al mio pie !
Ad ogni aurora ti vo' trovar
Ah, resta ancora, vieni a danzar,
Se resterai se non t' en vai,
M'udrai cantar,
T'appressa a me
Rispondi a me
Canta con me !

4 comments:

  1. Quando ascolto queste opere, lasciate nel tempo, mi sento rapita letteralmente da una sensazione stranissima...
    Come se andassi indietro....in un altro mondo e come se stessi vivendo un'altra vita....
    La voce e la melodia fanno da sottofondo a scene che prendono, piano, forma, nella mia mente....
    E' bello questo brano!
    ^__^
    Ma dove le scovi queste opere d'arte?
    Farai ricerche infinite, immagino!
    Bravo Gio!
    Un bacione!

    ReplyDelete
  2. Ciao gio, tantissimi auguri, buon 2010, ma quella mano come sfondo del tuo blog è per caso un Egon Schiele?? Ciao!

    ReplyDelete
  3. Ela, che complimentone :D
    Quello è un 'Gio', ed è la mia mano ;-)

    Tanti auguri!

    ReplyDelete
  4. Luna, questo pezzo sembra scritto proprio per te :-)
    A presto!

    ReplyDelete