Sunday, 13 December 2009

Musica della domenica, quinto episodio



Oggi andiamo sul sicuro.
Un'atmosfera romantica e pessimista ci è donata da questo straordinario Notturno di Chopin. Le anime, così diverse, di questi strumenti, ricordano due parti diverse di cui è composta la nostra coscienza. Così, se il pianoforte qui mi porta alla mente la parte non dico razionale ma ponderata del nostro essere, il violino mi pare il nostro io più singolare, unico e intimo, che sembra elevarsi ad altezze infinite ma solo per contemplare tristemente il nulla cui sono ancorate le nostre vite.

2 comments:

  1. Una volta non amavo il violino. Ora credo sia uno dei miei strumenti preferiti...I motivi sono tanti. Credo che tocchi insieme alla tromba, la parte più profonda di me.

    ReplyDelete
  2. Cara Nicole!!!

    Ho cento dischi da prestarti allora!
    E, va da sè, poi ne dobbiamo parlare.

    ReplyDelete