Thursday, 26 November 2009

Parole bizzarre

Sono un bambino in un mondo di cioccolata e canditi.
Ogni tanto capita di trovare questi siti internet con i quali giocare.

Questo, ad esempio, permette di dilettarsi con uno dei miei giocattoli preferiti, la lingua italiana, il suo ricco dizionario.

Esempi di alcune parole non di uso corrivo che pure potrebbero esserlo:

corbellaggine Sciocca ottusità. ~ stupidità.

Con tutti gli ottusi che ci sono al mondo, la possiamo usare una decina di volte al giorno.


periptero Il termine periptero riguarda il tempio greco. Con questa parola si vuole infatti indicare quel tempio circondato completamente da colonne. Inoltre quest'ultime formano un porticato coperto assieme al muro della cella, detta anche "naòs", che è il luogo dove solitamente si ripone la statua della divinità a cui il tempiio è dedicato.

La prossima volta che andiamo ad Atene possiamo fare i figaccioni sfoggiando la nostra cultura. In verità faremo una figuraccia, poichè ci saremo dimenticati il termine esatto. Ma si sa, alle volte basta sembrare di essere dotti per farlo credere, sicchè anco se diremo presbiterio un buon 70% degli astanti ci guarderà colmo di meravlgia. Un buon 15% penserà che avete problemi di vista.

melchita Cattolico di rito bizantino ma di lingua araba.

Voglio dire, chi non ne conosce almeno una decina? Ciao al-Belisarius!

genetliaco anniversario, compleanno, festa

Finalmente, ero stanco di scrivere 'Buon compleanno'.

banausia In filosofia: Dal greco banausos ("Artigiano", "lavoro manuale, meccanico"). Banausia è il lavoro manuale e l'arte meccanica in generale, il termine ha per i greci un significato spregiativo, per cui l'artigiano o chiunque pratichi i mestieri manuali è considerato inferiore a chi invece non se ne occupa.

Consiglio agli artigiani di presentarsi, a balli ed occasioni mondane, come banauso: successo garantito.


Ok, pausa pranzo is over, divertitevi ;-)

2 comments:

  1. Davvero un bel "giocattolo". :D Grazie per il link!

    ReplyDelete
  2. Divertiti a piu' non posso ;-)

    ReplyDelete