Sunday, 25 October 2009

La poesia e la realtà

Eugenio Montale è uno dei poeti che più amo.

E' stato amico di Carla Fracci, se mi ricordo domani le scrivo un'e-mail.

C'era su youtube un video bellissimo, misteriosamente scomparso, di Montale e Carla Fracci.

Lei era bellissima, era tutta occhi.

Lui recitava in quell'occasione per lei questa sua breve poesia


Dalle finestre si vedevano dattilografe.
Sotto il vicolo, tanfo di scampi fritti,
qualche zaffata di nausea dal canale.
Bell'affare a Venezia
affacciarsi su quel paesaggio e lei
venuta da lontano. Lei che amava solo
Gesualdo, Bach e Mozart e io l'orrido
repertorio operistico con qualche preferenza
per il peggiore.
.....
Torniamo col battello scavalcando becchime,
comprando keepsakes cartoline e occhiali scuri sulle
bancarelle.
Era, mi pare, il '34, troppo giovani o troppo strani
per una città che domanda turisti e amanti anziani.


Alcuni versi sono omessi dallo stesso Montale rispetto l'originale.

Scampi fritti, nausea, zaffata, becchime - non esattamente immagini idilliache.

La poesia non deve allontanarsi dalla reatà, quando c'è una lei

'... che amava solo Gesualdo, Bach e Mozart'

e qualcuno che è troppo giovane, o troppo strano.

Sai? Penso che in questi casi sia la realtà ad avvicinarsi da sè a poesia.

5 comments:

  1. Piace anche a me Montale. La Fracci una vera icona di classe.
    Questi versi non li conoscevo.

    ReplyDelete
  2. Nicole, leggi questo articolo se vuoi immaginarti questa stana coppia di amici

    http://www.balletto.net/giornale.php?articolo=1272

    ReplyDelete
  3. l'ho appena letto.Sono quegli incontri che ti cambiano un po' la vita. Sono ricordi preziosi. Invidio la Fracci. Essere l'oggetto di una dedica di un Grande come Montale non è cosa da poco. Sono perle rare non per tutti.Grazie

    ReplyDelete
  4. da marazzo a montale in un giro di post.
    i vortici dei pensieri tuoi finiscono a incasinare anche i miei.

    love, mod

    ReplyDelete
    Replies
    1. Eccola qui la mia superlativa Mod :-)

      Non leggerai mai, non leggera' mai nessuno queste righe ...

      Sto ascoltando la tua 'Pale blue eyes', e sto pensando a te.

      Sei grande!

      Gio

      Delete