Tuesday, 25 August 2009

Il dolore

Stavi dormendo, poi all'improvviso ti ha svegliato.

Era seduto sul tuo letto, gli occhi fissi al pavimento, le mani fra i capelli.

In silenzio.

Non vi siete scambiati una parola quando ti sei seduto al suo fianco.

Avete aspettato assieme il profumo del forno, il primo raggio di sole.

E all'arrivo del giornale tutti e due giù per le scale, in strada.

Di quante notti sei stato il mio compagno, dolore?


Cosa in me ha sofferto? Temo la parte che più è cara a chi mi ama.

No comments:

Post a Comment